334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

WP – come ripristinare il sito dopo un crash al cambio del tema

wordpress_miglioramenti

Quando su WordPress si installa e si attiva un nuovo tema si può presentare il problema che il sito non si apre più. A volte viene visualizzat una sola pagina bianca, a volte anche un messaggio di errore, altre volte il sito manda in crash la pagina del browser. Dal momento però che in queste condizioni naturalmente non si può accedere alla dashboard di WordPress, bisogna intervenire via FTP o dal pannello di amministrazione dell’Hosting.

La causa di questo problema potrebbe il conflitto del nuovo tema con qualcuno dei plugin installati, oppure il tema stesso, se è corrotto o non codificato adeguatamente.

Nel primo caso un tentativo di ripristino può essere fatto andando nella cartella wp-content, nella quale si andrà a cercare la sottocartella plugins e rinominarla, per esempio in plugins-old. Se adesso si prova a ricaricare la pagina del nostro sito e tutto funziona, allora il motivo del crash era sicuramente un plugin. In questo caso si può provare a ripristinare il nome della cartella nell’originario plugins, ma cancellandone tutto il contenuto (previo scaricamento di una copia di backup) e provando a reinstallare un plugin dopo l’altro ricaricando il nostro sito fino a quando non si trova il plugin incriminato.

Ma se questo metodo non funziona, e si ipotizza un malfunzionamento del tema stesso, si può provare uno stratagemmma: far caricare alla nostra installazione di WordPress un tema sicuro, “spacciandolo” per quello che creava il problema.

Per far questo bisogna intervenire nella cartella themes, anch’essa situata all’interno di wp-content, cercare la cartella del tema problematico e rinominarla, per esempio aggiungendo il suffisso –old (è utile non cancellare il nome ma lasciarne una traccia), e successivamente attribuire il nome del tema difettoso a un’altra cartella contenente un tema funzionante.

Se in wp-content non c’è alcun altro tema oltre quello difettoso, bisogna scaricarne uno da https://wordpress.org/themes/, installarlo e rinominarlo via FTP. Nel rinominare il tema “sicuro” bisogna rispettare esattamente il nome originario del tema difettoso (che non sempre corrisponde al nome commerciale), che si può ancora leggere nella cartella poco prima rinominata -old.

A questo punto, se si ricarica la pagina del nostro sito, WP cercherà il tema impostato, troverà una cartella con quel nome e la caricherà, incurante del fatto che il tema effettivo è un altro. wordpress_miglioramentiCosì la funzionalità minima del sito è assicurata; i passi successivi sono a discrezione dell’amministratore.