334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

WordPress: creare una Custom Page NOINDEX, (NO)FOLLOW

wordpress_miglioramenti

WordPress permette di creare in modo molto semplice delle pagine statiche non inserite nel flusso cronologico del blog, ed esse sono utilizzate di solito per presentare contenuti relativamente stabili e non influenzati dalle informazioni più occasionali dei vari Post.

La struttura delle pagine in genere è predefinita dal tema attivo, e negli ultimi anni anche gran parte dei temi gratuiti ne propongono diversi formati; ma nel caso in cui servisse una struttura diversa, con un grado maggiore di personalizzazione, non è possibile predisporne una direttamente dal pannello di controllo. È comunque un’operazione semplice crearne una manualmente grazie alla funzione Custom Pages: in questo modo è possibile impostare la struttura semplicemente dai comandi presenti sulla pagina stessa.

Ci sono diverse modalità per ottenere questo risultato, qui viene presentata quella che permette di creare un template utilizzabile su più pagine. La situazione adottata per questo esempio è la necessità di chiedere ai motori di ricerca la non indicizzazione della pagina in questione. Questo si ottiene inserendo nel codice della pagina, all’interno della sezione <header>, la seguente riga: <meta name="robots" content="noindex,follow" />.

Questa istruzione chiede a tutti i motori di ricerca di non indicizzare (noindex) la pagina, ma di seguire i link contenuti in essa (follow). Quest’ultima istruzione, essendo quella di default, può anche essere omessa.

Bisogna quindi predisporre un template alternativo per le pagine, contenente il codice necessario, e i passi da seguire sono i seguenti:

  1. Creare all’interno della cartella del tema attivo, tramite FTP o pannello di controllo del sito, un nuovo file PHP con un nome qualunque, per esempio mia_pagina.php (attenzione: non utilizzare il prefisso page-, in quanto ciò forza WordPress a utilizzare il file per quell’unica pagina);
  2. Iniziare la scrittura della pagina con il seguente codice: <?php /* Template Name: NOME SCELTO DA ME */ ?> 
  3. Aggiungere le porzioni di codice che servono per completare la pagina, per esempio ricopiandole dal file page.php.
  4. Inserire il codice personalizzato.

I punti da 2 a 4 possono essere eseguiti anche dal pannello di controllo di WordPress, tramite il menu Aspetto -> Editor, e modificando il file appena creato. In questo esempio il codice personalizzato va inserito nell’header, che pertanto bisognerà ricopiare per esteso dal file header.php; il resto della pagina, per il quale non sono richieste modifiche, è invece richiamabile tramite i vari include (get_footer, ecc.).

Dopo aver salvato il file è possibile utilizzarlo nelle pagine del sito: una volta aperta una nuova pagina sarà sufficiente cercare la finestra Attributi pagina, e nel menu a tendina Template andare a selezionare il nome del template appena creato (quello dichiarato nella prima riga del file). Le modifiche e personalizzazioni desiderate saranno così applicate a quella pagina, ed anche ad altre eventualmente in seguito.