334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

Ragazze cinesi e matrimonio

Molti cliché raffigurano le ragazze orientali come remissive, timide e nella costante attesa di un innamorato sincero.

In parte, questa immagine deriva dalle antiche convenzioni sociali in fatto di matrimonio, che non permettevano alla donna alcun diritto nella scelta del futuro marito; il solo matrimonio ammesso era quello combinato, e alle ragazze non restava che obbedire “all’ordine dei genitori e alla parola del mezzano” (父母之命, 媒妁之言). Tale sistema fu abolito con la legge sul matrimonio del 1950, ma sopravvive per certi versi fino ad oggi (e persino nelle comunità di emigrati), anche se solitamente con carattere consensuale. È anche possibile che la difficoltà di comunicazione con i rari occidentali che in passato giungevano in Cina facesse apparire davvero ai loro occhi le donne più enigmatiche e schive di quanto non lo fossero in realtà.

La recente apertura all’Occidente e alla “modernità” ha comportato comunque una costante evoluzione di costumi e di atteggiamenti, particolarmente marcate nelle fasce di popolazione più giovani. Tuttavia, una volta consolidato il diritto ad un matrimonio basato sull’amore, il superamento di molte inibizioni e di molti retaggi del passato ha favorito anche il ritorno di una consapevolezza spregiudicata, in questo senso molto “moderna”, che fa nuovamente della condizione economica del futuro sposo il più importante dei parametri in vista di un matrimonio. Peraltro, l’indipendenza economica conquistata spesso anche dalle donne assicura loro un potere maggiore nel vagliare le proposte dei possibili pretendenti.

Così la donna cinese tradizionale, obbligata per tutta la vita a servire il marito e la sua famiglia, si è lentamente trasformata in un soggetto che invece può muovere la relazione e deciderne le regole.

A illustrazione di questa fase dell’evoluzione della condizione della donna moderna in Cina, gira da qualche tempo su internet il video di una canzone in cui alcune ragazze descrivono con determinazione i requisiti che deve avere il loro “principe azzurro”: in una parola, denaro.

Non c’è spazio per valori meno “pratici”, come la bellezza fisica o il livello d’istruzione (per non parlare della sincerità dei sentimenti); il pretendente ideale deve semplicemente possedere invece due cose: casa di proprietà e macchina, ovviamente sostenute da un cospicuo conto in banca… Purtroppo però la maggior parte dei ragazzi in giro non sono in linea con i requisiti richiesti: a loro non sarà data occasione di una facile conquista.

La canzone, chiaramente ironica, è una delle tante parodie di quest’altra, molto meglio conosciuta in Cina, il cui testo originario, anche se quasi uguale, aveva però un significato opposto: il cantante, un ragazzo squattrinato, nonostante la mancanza di un appartamento, di una macchina, e di un conto in banca (insomma, un nuovo tipo di escluso, un wusan, 无三), prega la sua innamorata di non respingerlo, assicurandole un amore sincero.

Questa fortunata riscrittura è la “versione delle ragazze in carriera” (剩女版*).

Il video è disponibile su Youtube), il testo è:

剩女版《没有车没有房》
derivata dalla versione originale di Sun Hui (孙辉)

多情的阳光
洒落在你的脸庞
看看周围的小伙
个个都挺娘
女人的渴望就是要有车和房
嫁对人是最大的愿望

Dolci raggi di sole
scivolano sul tuo volto
guardando i ragazzi intorno
sono tutti effeminati
l’aspirazione delle donne è avere macchina e casa
e sposarse la persona giusta la più grande speranza

问你有没有车
问你有没有房
我妈妈她也问你
存折有几张
假如你没有车
假如你也没有房
赶紧靠边别把路来挡

ti chiedo se hai la macchina,
ti chiedo se hai la casa
e anche mia madre ti chiede
quant’è il tuo conto in banca
se non hai la macchina
se non hai neanche la casa
sbrigati a levarti di torno e a non intralciarmi la via

我也有车 我也有房
还有人民币在银行
你们要是还没有我强
别吃软饭 我不是你的娘

anche io ho la macchina e la casa
e dei RMB in banca
se sei persino meno forte di me
non pensare che io ti mantenga, non sono tua madre

你没有车 你没有房
别想把美女泡上床
装穷哥你不就开个破宝马
别装大款你把我来包养
你没有车 你没有房
你还想结婚当新郎

non hai la macchina, non hai la casa,
scordati di portarti una bella ragazza a letto
finto pezzente, è inutile che guidi una stupida BMW,
non fare l’arricchito che mi vuole mantenere,
non hai la macchina, non hai la casa,
e ancor pensi di sposarti e fare il maritino

如果你生活都没奔小康
凭什么我和你去流浪
你说我现实我承认也无妨
骂我拜金我也不受伤
男人总得有个男人的模样
没车没房你别想找新娘

se nella vita non hai una buona posizione
perché dovrei legarmi a te
tu dici che sono pratica, e ammetiamolo pure;
mi insulti dicendo che sono avida, e non me la prendo,
l’uomo deve comunque avere dei modi virili
ma senza macchina e casa scordati di trovare una moglie


(trad. mia)

Alcune delle “cantanti” hanno voce e aspetto pessimi, ma il messaggio è chiaro…

*
Il termine shèng nǚ (donne “residue”), neologismo accreditato dal 2007, indica le donne “inarrivabili”, con alto reddito, livello d’istruzione e intelligenza, che però restano nubili a lungo perché non trovano partner al loro livello.

One thought on “Ragazze cinesi e matrimonio”

Comments are closed.