334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

I problemi della Siria siano risolti nel quadro della Lega Araba

(Estratto dalla traduzione; fonte: Xinhuanet.com)

Il portavoce del ministro degli esteri cinese, Liu Weimin, ha risposto ai giornalisti sulla posizione del governo in merito alle vicende della Siria, riassumendo la posizione cinese che incoraggia la soluzione del problema siriano nell’ambito della Lega Araba.

Un giornalista presente alla conferenza stampa ha ricordato che nei giorni scorsi alcuni paesi occidentali avevano espresso dubbi sull’efficacia della missione degli osservatori inviati dalla Lega Araba, e richiesto al Consiglio di Sicurezza dell’ONU di pronunciarsi al più presto. Alcuni giorni fa la Russia aveva presentato una bozza di risoluzione al Consiglio di Sicurezza, ma Stati Uniti, Francia e altri Paesi ne hanno ritenuto i termini insufficienti. Qual è la posizione della Cina in merito? Come valuta l’evolversi della situazione in Siria e le prospettive di intervento delle Nazioni Unite?

Liu Weimin ha riferito che la Cina si muove lungo tre direttive: l’appello a che la Siria aderisca pienamente agli sforzi di mediazione della Lega Araba, fermi immediatamente le violenze, avvii al più presto processi politici improntati alla tolleranza, acceleri le riforme, e risolva quindi tempestivamente la crisi.

Inoltre la Cina sostiene la risoluzione del problema siriano nel quadro della Lega Araba, e sostiene gli sforzi costruttivi che la Lega ha nei processi di risoluzione politica, e spera che gli osservatori continuino responsabilmente il loro lavoro. L’impegno congiunto è una condizione per una risoluzione positiva del problema. Da quando sono intervenuti gli osservatori della Lega, per quanto non si possa affermare che le violenze siano cessate del tutto, ci sono stati dei risultati del loro lavoro.

Infine, le discussioni del Consiglio di Sicurezza ONU sulla situazione in Siria dovrebbero essere d’aiuto nello stemperare la tensione, a portare avanti il dialogo politico, comporre le divergenze, e proteggere la pace e la stabilità nel Medio Oriente. La Cina apprezza l’impegno della Russia per risolvere la crisi e continuerà a partecipare alle consultazioni sulla base della bozza di risoluzione russa.