334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

Li Bai – Canzone della raccolta dei fiori di loto

Un'opera di Zhao Zhimin - divinità femminili

Li Bai (李白, 701-762) è uno dei poeti cinesi classici meglio conosciuti in Occidente: già durante la sua vita era considerato uno dei più grandi poeti viventi, e la sua influenza nella storia della letteratura cinese dura tuttora. La raccolta “300 poesie di epoca Tang”, compilata da Sun Zhu nel 1763, include molti suoi componimenti, che sono poi stati tradotti in diverse lingue europee.

Quattro sue poesie sono state utilizzate dal compositore austriaco Gustav Mahler nel suo “Das Lied von der Erde” (Il canto della terra, 1909). Mahler rielaborò dei testi tedeschi che parafrasavano una precedente traduzione tedesca, a sua volta derivata da una prima traduzione francese.

Il quarto movimento del Lied, “Von der Schönheit” (“della Bellezza”) deriva dalla Canzone dei fiori di loto, un topos della poesia antica, trattato anche da diversi altri poeti coevi di Li Bai: il tema è quello delle ragazze intente a raccogliere fiori di loto sulla riva di un fiume. L’aderenza del Lied al testo originale è andata parzialmente perduta nei vari rimaneggiamenti, non ultimo quello di Mahler stesso; la scena stilizzata di Li Bai viene raccontata con più attenzione ai sentimenti.

La poesia di Li Bai ha sette caratteri per ogni verso, ed è quindi un 七律 (qīlǜ, poesia regolare di otto settenari). La sintassi è ridotta al minimo, e lascia spazio ad una tecnica impressionista: in ogni verso vengono descritti suoni, odori, fugaci emozioni.

莲曲
李白

若耶溪傍采莲女
笑隔荷花共人语
日照新妆水底明
风飘香袂空中举
岸上谁家游冶郎
三三五五映垂杨
紫骝嘶入落花去
见此踟蹰空断肠

Sul ruscello di Ruoye, delle ragazze stanno raccogliendo il loto,
ridono e si parlano tra i fiori di loto.
Il sole risplende sui loro volti adorni e brilla sul fondo dell’acqua,
il vento soffia e solleva in aria le vesti profumate.
Sulla riva, dei ragazzi sconosciuti vagabondano lietamente,
ed a gruppetti di tre e cinque si nascondono dietro i pioppi.
I destrieri nitriscono e passano sui fiori caduti;
le ragazze guardano esitanti e affrante.

(traduz. mia)

Oggi il ruscello Ruoye prende il nome di Pingshu Jiang. Visualizza sulla mappa

Immagine: Zhao Zhimin (赵治民, 1946 -), 荷塘清夏 (Stagno di fiori di loto)
Fonte: qua.