334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

La luna straniera (non) è più rotonda della luna cinese

Se per molti aspetti la Cina si mostra fiera delle sue antiche tradizioni e dei recenti successi, nella cultura di base rimane radicato un latente senso di inadeguatezza nei confronti del mondo esterno. C’è un’espressione che sintetizza questo sentimento misto di invidia e autoironia, che dice “La luna all’estero è più rotonda che in Cina” (外国的月亮比中国的圆).

L’esterofilia è evidente nell’abitudine delle classi agiate di mandare i figli a studiare nelle prestigiose università americane, o più semplicemente nel comprare costosi prodotti occidentali e sfoggiarli ad amici o colleghi.

Inoltre è comune la percezione di scarsa qualità di molti prodotti nazionali, specialmente per quanto riguarda la sicurezza alimentare: casi di intossicazione riportati dentro e fuori la Cina sono molto frequenti. Così quando per una volta è un prodotto occidentale a essere giudicato pericoloso dalle autorità cinesi emerge un malcelato moto di orgoglio patriottico.

Così, quando alcuni giorni fa l’ufficio per l’ispezione e quarantena ha fatto sapere che una partita di acqua Evian è stata bloccata alla dogana qualcuno ha suggerito che forse allora la luna straniera non è poi molto più rotonda di quella in Cina. L’annuncio dell’Ufficio Statale di Ispezione e Quarantena ha emesso un comunicato a proposito di alcuni prodotti alimentari e cosmetici, rilevando che l’acqua minerale francese non ha superato per sei volte i controlli di qualità richiesti in Cina, ed entrando quindi in una “lista nera”.

Siccome i cinesi hanno una eccessiva fiducia nei prodotti di marca, specialmente stranieri, fatti come questo incidono molto sulla fiducia necessaria a costruire e conservare il mercato. Se si considera che l’acqua Evian in Cina è anche piuttosto cara (fino a 8 volte le marche locali), è facile immaginare come la perdita di reputazione possa nuocere alle vendite, specialmente dopo il ripetuto verificarsi di contraffazioni di bassa qualità. D’altra parte, conclude l’articolo, i cinesi sono abituati a fare a meno di prodotti di marca…