334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

Gli interessi cinesi in Iraq

Imprese cinesi in IraqLa Cina attuale ha un crescente bisogno di risorse energetiche e materie prime, e da diverso tempo segue una politica di avvicinamento ai Paesi del Medio Oriente. In particolare, in Iraq, di cui la Cina è diventata prima investitrice, si concentrano numerosi stabilimenti e investimenti, soprattutto nel campo petrolifero, dell’energia elettrica e delle infrastrutture.

In una infografica pubblicata dal portale Sina è stata elaborata una mappa degli interessi cinesi sparsi sul territorio iracheno. Il tema è di attualità in Cina in particolare da quando il gruppo integralista ISIS minaccia le aziende cinesi insediate nella regione. I maggiori gruppi cinesi con base in Iraq operano nel ramo:

  • Petrolifero – Sinopec, CNOOC e CNPC
  • Telecomunicazioni – ZTE e Huawei
  • Energia elettrica – Power Construction Corporation e Shanghai Electric
  • Costruzioni – Sinoma e CNBM
  • Macchinari – China Mechanical Engineering
  • Energia idroeletrica – China Gezhouba Group
  • Apparecchiature mediche – Hangzhou Santtel

Per quanto riguarda la distribuzione geografica, come si può vedere nell’immagine in alto, le imprese cinesi sono localizzate principalmente nel nord-est e nel sud-est, quelle più densamente popolate. Per completare gli investimenti nei quattro giacimenti che sfrutta in Iraq, la CNPC dovrà versare oltre 10 miliardi di dollari americani, mentre i progetti nell’ambito dell’energia idroelettrica e delle costruzioni ammontano a circa 10 miliardi di RMB.

Il personale cinese di queste aziende è di circa diecimila unità, che vivono soprattutto in zone finora non direttamente interessate dagli scontri.

Immagine: fonte