334-7156315 info@cinaliano.it
Traduzione e interpretariato cinese e italiano

La fibra ottica in Cina

La rete della fibra ottica finora non è molto sviluppata in Cina, sia a causa del generale ritardo nello sviluppo delle infrastrutture delle telecomunicazioni, sia a causa della natura del suo territorio, dall’estensione alla presenza di deserti, di immense aree montagnose.

Questa tecnologia però è in continua espansione ed entro quest’anno la principale azienda cinese, la China Telecom, conta di raggiungere 30 milioni di abbonati, il triplo di quelli attuali. Il progetto a lungo termine è quello collegare con la fibra ottica tutte le città cinesi, rispettando le indicazioni del dodicesimo piano quinquennale, che incentivano gli investimenti nelle telecomunicazioni fino ai più remoti villaggi del Tibet. E già adesso la fibra cinese arriva fino al Kyrgyztan.

Questo desiderio di modernità si scontra però con le condizioni reali della campagna cinese, dove la televisione a 3D si sovrappone a un modo di comunicare molto più spontaneo e tradizionale: l’illustrazione, che nello stile è rimasta ferma allo stile degli anni ’80.

In questo cartello, il cui messaggio principale è “attenzione ai cavi di fibra ottica interrati”, vediamo una drammatica scena fissata nel momento culminante: un uomo è intento a scavare faticosamente la terra (notare la camicia aperta e il piede appoggiato alla vanga); lui non lo sa, ma sta per colpire e rovinare dei preziosi cavi interrati; per fortuna interviene una giovane donna, che arriva salvifica dalla sinistra, che interrompe il lavoro. Lei lascia a terra la sua borsa per correre – quasi volando – ad avvertire l’uomo del pericolo. Il gesto della donna è composto ma fermo; l’uomo la guarda assorto, anche se sembra non avere ben capito cosa lei voglia dirgli. Ma l’importante è che il cavo sia salvo.

Tutto il cartello, se non fosse che fa riferimento a tecnologie nuove, sembra uscito da un film di quarant’anni fa, vestiti compresi.

Cartello illustrato sui pericoli di lavorare vicino alla fibra ottica, nel Guangxi, in Cina

Il testo completo è questo: “Danneggiare i fili delle telecomunicazioni comporta serie conseguenze”
“E’ severamente vietato edificare fabbricati, scavare sabbia, spostare terra, scavare fossati, accumulare rifiuti, versare liquidi acidi, basici, salini, e in generale corrosivi vicino alle linee interrate della fibra ottica”.
C’è anche il numero di telefono del dipartimento per i collegamenti telefonici a lunga distanza di Guilin nel Guangxi, non si sa mai.

Per fortuna, nonostante lo scavo già a buon punto, i preziosi fili non sono stati rovinati…